Prestiti Banco Posta specifico per acquistare una casa

Il prestito BancoPosta che vi consente di ottenere un finanziamento ideale per acquistare l’abitazione è semplice e facilmente ottenibile. Per poterlo richiedere è necessario innanzitutto essere proprietari di un conto corrente BancoPosta oppure essere titolare di un libretto di risparmio postale nominativo ordinario. Ovviamente le rate dipendono dall’ammontare della cifra richiesta e il numero di rate parte da un minimo di 36 mesi fino ad un massimo di 120 mesi.

Questo tipo di prestito può essere utile ovviamente non solo per l’acquisto di una casa, ma anche per acquisti più piccoli come ad esempio una cantina o un garage, in buona sostanza l’importo minimo che viene richiesto è di 10 mila euro, mentre l’importo massimo concesso è di 60 mila euro.

Per chi è titolare di un libretto gli importi cambiano, infatti si va da un minimo di 10 mila

Posso richiedere un prestito come cattivo pagatore

La figura del cattivo pagatore è ben chiara, sostanzialmente si tratta di un periodo in cui risultiamo dei pagatori a rischio per diversi istituti di credito o banche. Ciò comunque non ci impedisce di poter richiedere un prestito e anche di ottenerlo. Per riuscire in questo intento però bisogna fare una ricerca chiara e decisa, senza perdersi nella giungla dei prestiti che si trovano ora sul mercato finanziario.

In effetti i diversi modelli di prestito e i pacchetti di finanziamento che possiamo trovare al momento online sono davvero moltissimi, ma non preoccupatevi, perché anche come cattivi pagatori avete una serie di modelli di prestito che vi agevolano e che vi possono far ottenere la cifra che avete richiesto. Ovviamente questo tipo di prestiti per cattivi pagatori potranno presentare una serie di documentazioni diverse da sottoporre all’attenzione della banca, e

Prestito cambializzato tra privati

I prestiti cambializzati sono molto diffusi non solo tra banche e finanziarie, ma anche nel mondo dei prestiti tra privati. Il funzionamento è uguale in tutti e due i casi: il creditore presta del denaro al debitore, che si impegna a ripagarlo tramite l’uso di cambiali. Queste sono un documento finanziario che ci permette di fissare una data di scadenza, entro la quale il richiedente è tenuto a saldare il suo debito, per il valore espresso nella cambiale stessa. I pagamenti possono essere a cadenza mensile, o entro una certa data, in base a quanto deciso di comune accordo tra prestatore e debitore.

La cambiale, che è un titolo di credito esecutivo, è una garanzia perfetta per coloro che non ne hanno alcuna, ma hanno bisogno di una piccola somma di denaro. Un prestito cambializzato tra privati è la soluzione